Museum opening hours: 8AM to 7PM. Open all days

Home

IL MUSEOTRUFFLE EXPERIENCE

Il Museo del Tartufo di Acqualagna nasce per tutelare, trasmettere e valorizzare il denso sistema di relazioni antropologiche, sociali e culturali di un prodotto della terra d’eccellenza, così misterioso, così antico e così prezioso. Un percorso di scoperta dell’universo tartufo articolato in tre sezioni, ciascuna associata ad una chiave di lettura esperienziale.

 

SCOPERTA:
SCIENZA – PAESAGGIO – AMBIENTE – ECOLOGIA – SAPERI – COMPLICITÀ – DESIDERIO – ATTESA – STUPORE – APPAGAMENTO

INIZIAZIONE:
ALCHIMIA – MITO – MUSICA – LETTERATURA – CINEMA – MISTERO – EROS – SUGGESTIONE – CURIOSITÀ – CONOSCENZA

RARITÀ:
TRADIZIONE – COMUNITÀ – ECONOMIA – PRODUZIONE – GASTRONOMIA – VALORE – ESCLUSIVITÀ – ECCEZIONALITÀ – RAFFINATEZZA – GUSTO

  • null

    LA SCOPERTA

  • null

    L'INIZIAZIONE

  • null

    LA RARITÀ

IL TERRITORIOACQUALAGNACAPITALE MONDIALE DEL TARTUFO

Acqualagna è riconosciuta come “Capitale del tartufo tutto l’anno”, un luogo di incontro privilegiato per la promozione a livello internazionale di questo fungo e prima piazza italiana per la sua commercializzazione.

NATURA, STORIA E PAESAGGIO

Acqualagna sorge lungo l’antica via Flaminia, nel punto dove il torrente Burano confluisce nel Candigliano ed è immersa nella Riserva Naturale Statale Gola del Furlo. La cittadina gode dello splendido paesaggio dei monti Pietralata e Paganuccioa nord-est e delle cime appenniniche del Catriae del Nerone a sud-ovest.Il territorio offre suggestivi itinerari naturalistici.

Là dove sorgeva la città romana PitinumMergens si edificò il borgo medievale, nonché l’attuale centro di Acqualagna. Di antica fondazione è la chiesa parrocchiale, dedicata a Santa Lucia. D’interesse anche la Chiesa di San Vincenzo al Furlo, antica Abbazia dell’VIII secolo in cui abitarono San Romualdo (1011) e San Pier Damiani (1042). Fra le ripide pendici calcaree dei monti Pietralata e Paganuccio si apre la spettacolare Gola del Furlo. Qui è ancora percorribile un’antica galleria romana, fatta scavare dall’imperatore Vespasiano nel 76 dC.

null

TARTUFO BIANCO

Raccolta: dall'ultima domenica di Settembre al 31 Dicembre

null

TARTUFO BIANCHETTO O ``MARZUOLO``

Raccolta: dal 15 Gennaio al 30 Aprile

null

TARTUFO NERO PREGIATO

Raccolta: dal 1° Dicembre al 15 Marzo

null

TARTUFO NERO ESTIVO O ``SCORZONE``

Raccolta: dal 1° GIUGNO al 31 AGOSTO e dal 1° OTTOBRE al 31 DICEMBRE

LE VARIETÀILTARTUFO

IL TARTUFO È SEMPRE DI STAGIONE

I tartufi non sono tuberi ma funghi ipogei in quanto il loro ciclo di vita avviene interamente nel sottosuolo. Le oltre 60 specie di tartufo esistenti al mondo appartengono tutte al genere Tuberdella famiglia Tuberaceae.

In Italia sono presenti 25 specie di tartufo e solo 9 possono essere raccolte e commercializzate.

Ad Acqualagna, grazie al clima e al tipo di terreno,si possono trovare le 4 principali varietà di tartufo durante tutto l’anno. Proprio per l’ampia disponibilità di scelta, Acqualagna accoglie 3 Fiere del Tartufo, di cui la più importante è la Fiera Nazionale del Tartufo Bianco.

ATTIVITÀ DIDATTICHEATTIVITÀ PERSCUOLE E FAMIGLIE

LABORATORIO DEL GUSTO
Il museo dispone di uno spazio attrezzato, dedicato allo svolgimento di incontri gastronomici, corsi di cucina, presentazione di prodotti, cooking show, la cui ambientazione permette di rendere unico ogni evento. La programmazione è strutturata periodicamente a cura dell’organizzazione del museo.

SPAZIO DIDATTICO
Annesso al Museo, presso il Mercato coperto del Tartufo, è allestito uno spazio dedicato a esperienze didattiche per gruppi e scolaresche con proposte mirati e progetti diversificati di attività.

EVENTI Eventi in programma

28 Ott / h 11:30

Inaugurazione Museo del Tartufo

ORE 11:30 inaugurazione del Museo del Tartufo presso Piazza Mattei n° 1, 61041 Acqualagna (PU) Il museo dispone di uno spazio attrezzato, dedicato allo svolgimento di incontri gastronomici, corsi di cucina, presentazione di prodotti, cooking show, la [...]

PRENOTAPIANIFICA LA TUA VISITA

Il museo dispone di uno spazio attrezzato, dedicato allo svolgimento di incontri gastronomici, corsi di cucina, presentazione di prodotti, cooking show, la cui ambientazione permette di rendere unico ogni evento. La fruizione del Museo può essere diversificata a seconda degli interessi, dell’età, del tempo a disposizione: l’organizzazione mette a disposizione alcuni percorsi guidati per gruppi di almeno 10 persone, che possono essere prenotati e organizzati ad hoc per i richiedenti. Inoltre è possibile prenotare attività di “cerca” e visite presso le aziende locali.